I 10 vini Sloveni che dovete gustare


I 10 vini Sloveni che dovete gustare

Gustare i vini sloveni per la prima volta, quando non si ha ancora familiarità con il vino locale del paese, può far sentire leggermente impreparati a immergersi nella vasta gamma che la Slovenia offre. È bene dare un’occhiata ad alcuni vini sloveni tipici per avere delle linee guida da seguire.

1. SAUVIGNON

Il Sauvignon è una delle varietà più diffuse e diverse a livello internazionale. È talmente popolare in Slovenia che ogni maggio ha luogo una festa per celebrarlo. Come in tutti i paesi, i Sauvignon prodotti in Slovenia hanno caratteristiche proprie ben distinte che creano una gamma di sapori e aromi unica che li distingue da tutti gli altri vini dello stesso tipo. Vi sono alcuni produttori di vino che offrono i Sauvignon come parte dei loro portfolio. Ogni vino si differenzia leggermente dagli altri a seconda della specificità della regione vinicola. Di norma, anche perché questo è un vino bianco secco che si abbina perfettamente al pesce.

2. CHARDONNAY

Lo stesso vale per lo Chardonnay. Il sapore varia da regione a regione creando così un’ inimmaginabile gamma variegata persino in un’area piccola come quella slovena. Ciò è principalmente dovuto alle variazioni del micro clima che influenzano ogni cosa, dalla crescita del vitigno e lo sviluppo dei grappoli fino al processo di fermentazione e di invecchiamento del vino. Per esempio, gustare uno Chardonnay della regione costiera Primorska non sarà mai come assaporarne uno della Štajerska poiché quest’ultima si trova nelle zone più interne e il suo clima è più freddo. Anche a livello mondiale gli Chardonnay si differenziano molto gli uni dagli altri, l’unico elemento che li accomuna è il sottotono fumoso presente nel loro sapore. Questo li rende di per sé difficili da distinguere durante una degustazione alla cieca.

3. RIESLING

Anche conosciuto come il re dei vini, è una varietà dai molti sapori. Il Riesling è un imperativo assoluto per le liste dei vini. Può variare dal dolce al secco a seconda della durata di fermentazione decisa dai vignaioli. È famoso per l’aroma fruttato e la compatibilità con una vasta gamma di piatti. Al contrario delle varietà tedesche più comuni, i Riesling sloveni tendono ad avere un sapore più agrumato con alcune note alla pesca. Invecchiati, i Riesling sono inclini a sviluppare ulteriori sottotoni fumosi e mielosi e, talvolta, al petrolio.

4. TERRANO SPUMANTE JAZBEC

S’incontra raramente, ma vale decisamente la pena di trovarlo poiché è un vino spumante molto speciale dal sapore squisito. La cosa insolita che lo caratterizza è che viene davvero prodotto con il vino rosso, al contrario della maggioranza dei vini spumanti. Il suo terroir include il caldo sole del Mediterraneo e scarse piogge che donano al vino il suo distinto carattere. Viene prodotto con il metodo tradizionale, il che significa che la seconda fermentazione si svolge in bottiglia. In seguito, le bottiglie vengono lasciate a invecchiare in grotte carsiche naturali per diversi anni. Questo è un vino che per natura è caratterizzato da una gradazione alcolica media.

5. ZELEN

Una varietà slovena autoctona della pittoresca Valle del Vipacco (Vipavska dolina), la cui bellezza si riflette nella speciale gamma e l’incantevole retrogusto di questo vino. Lo Zelen ha un aroma fruttato e floreale gentile che ricorda i profumi delle erbe mediterranee come la lavanda e il rosmarino. Ha una corposità piena e un eccellente equilibrio tra dolcezza e acidità che lascia un retrogusto ricco e armonioso. Durante la produzione, il vino viene sottoposto a una breve macerazione e lasciato a fermentare parzialmente in botti barrique. Con questo procedimento il vino risulta avere un sapore piacevole e arrotondato..

6. RIBOLLA

Un vino originario dell’Italia che può essere molto variegato. Si può riconoscere la versione slovena per via del sapore minerale fresco che ricorda le mandorle, un’acidità leggermente pronunciata e un aroma fresco fruttato o alla vaniglia. Di solito, è un vino secco con una leggera gradazione alcolica e una vivacità del sapore completa. Il colore dovrebbe essere giallo paglierino con riflesso verdognolo. Viene prodotto principalmente nella regione Primorska, più precisamente nell’area di Goriška Brda, il Collio sloveno, che dona a questo vino una vera e propria impronta mediterranea.

7. TERRANO

È uno dei vini locali di cui si parla di più per via della controversia sulla sua origine nazionale. Detto questo, è definitivamente originario del Carso e del suo terroir unico. Per via del suolo terra rossa, questo vino ha una magnifica struttura, un corpo robusto e un inconfondibile colore rosso acceso.Viene prodotto con l’antichissima varietà di uve Refosco, conosciute per la buccia scura. Lo si dovrebbe consumare giovane senza farlo invecchiare per evitare che si trasformi in un Teranton dal gusto assai differente. Il Terrano ha un aroma che ricorda le bacche selvatiche e contiene molto acido lattico, ferro e antiossidanti che lo rendono uno dei vini più salutari del mondo. I suoi effetti benefici per la salute erano già conosciuti nei secoli passati e recentemente sono stati anche oggetto di ricerche scientifiche.

8. BLACK VELVET (VELLUTO NERO)

Sebbene venga utilizzato normalmente per le miscele, questo è un vino molto speciale, disponibile puro in serie annuali esclusive di sole cento bottiglie da 250 ml. Il Black Velvet viene prodotto con la più antica vite ancora in vita del mondo. Si trova nella seconda città della Slovenia per grandezza, Maribor, il che rende il tutto ancora più speciale. Il famoso designer Oskar Kogoj ha disegnato le bottiglie e ci si può ritenere davvero fortunati se si riesce a procurarsene una. I locali chiamano il Black Velvet “Žametna črnina”. Ha un bel colore rosso acceso e un distinto aroma di lampone. Tutto ciò abbinato a un’acidità leggermente più elevata rende questo vino perfetto per le miscele. I produttori di vino lo hanno usato tradizionalmente per realizzare diversi preziosi vini sloveni, prendendo in prestito il suo caratteristico sapore. Gli sloveni apprezzano talmente tanto questo vino che gli hanno persino dedicato un inno.

9. VINI CON PREDICATO

In Slovenia ci sono alcune aziende vinicole specializzate nella produzione di vini con predicato e vini di qualità speciale. Questi sono normalmente vini bianchi di vendemmia tardiva realizzati con diverse varietà come il Traminer, Moscato giallo, Riesling e Sauvignon. Nonostante ognuno di essi abbia sapore e aroma caratteristici, tutti si accompagnano bene con i cibi più dolci come torte e altri dessert. Questo è il motivo per cui a volte vengono colloquialmente chiamati vini da dessert. I migliori e i più dolci si possono trovare nell’entroterra sloveno, nelle regioni Podravje e Posavje.

10. PURO

Questo è un vino spumante unico e diverso da tutti gli altri per via dell’insolito, lungo invecchiamento. Può essere conservato capovolto quasi indefinitamente poiché contiene lieviti che possono tenerlo in vita per anni. I lieviti producono anche solfuro e nessun ulteriore solfito viene aggiunto durante il processo. Il vino ha un colore arancione-rosso medio mentre l’invecchiamento nel legno fresco dona un aroma che ricorda i frutti rossi con un tocco di note alle erbe. Nonostante sia ben maturato e abbia note terziarie prominenti, i produttori di vino sono in grado di mantenere molta della freschezza originaria durante il processo. Questo fa sì che il palato molto complesso, secco e omogeneo sia irresistibile per chiunque ami i vini spumanti.

*

E con questo termina la nostra lista dei 10 vini sloveni che dovete provare. Come potete ben vedere sono incredibilmente diversi fra loro e ne abbiamo riportato solo alcuni .