5 cose da sapere sul vino spumante


5 cose da sapere sul vino spumante

I vini spumanti sono una bevanda incredibilmente popolare. Sono la migliore opzione per tutti i tipi di celebrazioni, compleanni, eventi di lavoro e cene romantiche. La loro storia è lunga e c’è una vasta offerta a disposizione quando si tratta di ordinarli o acquistarli. Qui potete trovare alcuni fatti importanti che riguardano questa favolosa bevanda.

1. scoperti per errore

Esistono molte leggende che riguardano la scoperta di una delle bevande più prestigiose della storia dell’umanità. Simbolo dello stile di vita lussuoso e del prestigio.Non si possono biasimare tutti quelli che hanno cercato di prendersene il merito. Il nostro mito preferito e più popolare è la storia di un monaco benedettino francese.

Nel 1600, Dom Perignon portava avanti con successo la tradizione di famiglia producendo vino bianco nella regione francese chiamata Champagne. Durante tale periodo, ci fu una serie di imbottigliamenti precoci. Dom Perignon pensò che i lieviti avessero già finito di trasformare tutto lo zucchero in alcol. I lieviti, in realtà, erano rimasti inattivi a causa delle basse temperature. In primavera, quando iniziò a fare più caldo, si attivarono risvegliandosi dal loro sonno di bellezza e iniziarono a consumare tutto lo zucchero rimasto. Mentre consumavano lo zucchero, producevano simultaneamente anidride carbonica che non era in grado di uscire dalla bottiglia e veniva così assorbita dal vino. Quando Dom Perignon tornò a controllare lo stato del vino, scoprì che i tappi erano saltati via dalle bottiglie. La curiosità lo portò a provare che cosa ci fosse dentro. Presumibilmente, fu il momento in cui pronunciò la famosa frase: »Venite, sto bevendo le stelle«.

2. una delle bevande più territoriali di sempre

Tutti gli champagne sono vini spumanti ma non tutti gli spumanti possono essere chiamati champagne. Come si può immaginare, i francesi sono piuttosto territoriali quando si tratta di denominazioni. Solo i vini prodotti nella regione Champagne possono portare tale nome, i rimanenti vini spumanti francesi sono chiamati Crémant.

Tuttavia, la Francia non è l’unico paese a invocare la protezione geografica per i nomi dei vini spumanti. Gli spagnoli chiamano il loro Cava e i portoghesi Espumante mentre l’Italia ha un gran numero di nomi in base alla regione di produzione: il Franciacorta è uno spumante della Lombardia, l’Asti del Piemonte, il Lambrusco dell’ Emilia e il Prosecco del Veneto. È importante notare che gli italiani producono i loro vini spumanti con il metodo Charmat. Questo vale in particolar modo per l’Asti e il Prosecco mentre il Franciacorta è normalmente prodotto con il metodo tradizionale. I tedeschi chiamano i loro vini spumanti Sekt e, ultimi ma non meno importanti, noi sloveni li chiamiamo Penina.

3. i bicchieri flute sono DÉMODÉ

Esiste una regola non scritta che dice che i vini spumanti devono essere assaporati bevendoli dai bicchieri flute. Questi sono un’invenzione del giorno d’oggi, creati per conservare le bollicine e rendere elegante il loro intreccio a forma di catena che sale verso la superficie.In realtà, per poter godere completamente di tutti gli aromi del vino spumante selezionato e rilevare la direzione del suo bouquet, si dovrebbe sempre optare per un bicchiere dal quale si beve normalmente un vino rosso corposo. Un bicchiere a forma di coppa in stile retrò, stile anni ’50, rappresenta una bella alternativa. La cosa più importante è che il bicchiere abbia un’apertura abbastanza larga da poterci mettere il naso per sentire il profumo del vino in maniera corretta. Si può anche discutere se una forma consenta o no al profumo e alle bollicine di svanire troppo in fretta.

4. IN MATERIA DI dolcezza

Se si ha un palato dolce o no, quando si tratta di vini spumanti, il livello della dolcezza rivela lo stile di vita che si conduce. Molti esperti affermano che il Brut Nature è un qualcosa per cui opterebbero. Non importa quali siano le vostre preferenze, qui sotto potete visionare la scala dei livelli di dolcezza dei vini spumanti. Siate sicuri di darci un’occhiata prima della prossima festa in modo da saper consigliare al meglio il vostro migliore amico.

– Brut Nature: significa che i lieviti hanno praticamente consumato tutto lo zucchero lasciando lo 0-3 g/L di zucchero residuo previsto nel vino.

– Extra Brut: questo potrebbe essere il vino giusto se il Brut Nature risulta un po’ troppo forte. Contiene lo 0-6 g/L di zucchero residuo previsto.

– Brut: con lo 0-12 g/L, è un vino secco con una leggera traccia di dolcezza ed è uno degli spumanti più popolari. Il vignaiolo o l’enologo interrompe il processo di fermentazione poco prima che i lieviti abbiano consumato tutto lo zucchero.

– Extra dry: con il 12-17 g/L, è il tipo che meglio descrive il Prosecco. Ha una leggera dolcezza incrementata. Se non siete amanti dello stile interamente Brut e non avete un palato dolce, questo è il vino giusto per voi.

– Dry: con il 17-32 g/L, questi vini si abbinano in maniera degna di nota al cibo (salato, spuntini al burro). Sono un eccellente scelta per l’aperitivo.

– Demi-Sec: con il 35-50 g/L, ci stiamo avvicinando sia a coloro che preferiscono qualcosa di dolce che a quelli che cercano un vino da abbinare al dessert.

– Doux. un enorme 50+ g/L adatto ai più appassionati della dolcezza. Se gli aromi piacevoli del Brut Nature non si addicono ai vostri gusti, siete probabilmente una “dolcezza spumeggiante”. Oltre a un dessert lussurioso, niente sembra abbinarsi meglio al Doux di una notte estiva e una terrazza.

5. abbinare lo spumante a un piatto scelto

Quando si tratta di spumanti, la domanda più frequente è probabilmente quale sia il modo giusto di abbinarli al cibo. I vini spumanti secchi si abbinano eccellentemente con qualcosa di avventuroso come paste dolci e delicate, tapas leggere, salmone affumicato, avocado e sushi. Anche il formaggio stagionato è un’ottima scelta, in particolar modo se i vostri amici si fermano da voi più del solito. Contrariamente a quello che affermano le credenze popolari, uno spumante secco non si dovrebbe abbinare a un dessert dolce come la torta. Se intendete servirlo con i dolci più pesanti, dovete optare per un vino più dolce del cibo, come il Doux. *

*

Questi sopra riportati sono alcuni fatti importanti che riguardano il vino spumante che siamo riusciti a scovare. Speriamo che vi siano d’aiuto durante il prossimo incontro con lo scaffale dei vini. Apparentemente, i vini spumanti possono essere molto diversi fra loro, il che rende la scelta pi difficoltosa. Tuttavia, alla fine, questa è una gran bella cosa poiché potrete veramente trovare il vino perfetto per ogni occasione. Per esplorare ulteriormente i vini spumanti della Slovenia, visitate il nostro sito web qui> e prenotate una delle degustazioni.